Friulweb

L.A. 104 Maneggio - Aonedis FVG Sport Magazine L.A. 104 Maneggio - Aonedis

La memoria nella pietra

ottobre 27th, 2015  |  Published in Eventi

redipuglia stazioneIn dirittura d’arrivo il ciclo di escursioni sulla Grande Guerra che la Provincia di Gorizia organizza per promuovere il territorio e avvicinare i cittadini ai luoghi della memoria, in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale.

“Il progetto Carso 2014+ ha ormai acquisito una propria identità e riconoscibilità. Questo si riflette sicuramente in una promozione positiva per il territorio, grazie anche alla sinergia tra Provincia, APT e Proloco di Fogliano-Redipuglia”, commenta l’assessore provinciale al turismo Mara Černic.

La partenza, come di consueto, alle 9 di domenica 1° novembre dalla stazione ferroviaria di Redipuglia. Anche questa volta un accompagnatore d’eccezione, il Prof. Lucio Fabi: storico, collaboratore di riviste e istituzioni culturali, ha pubblicato svariati libri sugli aspetti sociali e iconografici del primo conflitto mondiale.

Per l’occasione Lucio Fabi ha elaborato La memoria nella pietra, un itinerario che, dalla stazione storica di Redipuglia si snoda tra i principali sacrari e cimiteri di guerra della provincia isontina.

Alla fine del Primo conflitto mondiale si presentò da subito il problema di sistemare le centinaia di cimiteri militari dislocati lungo le retrovie del fronte carsico. Si trattò di un’opera di bonifica complessa cui è testimone la storia dell’area monumentale di Redipuglia che, con gli oltre 100.000 soldati sepolti, divenne nel 1938 il principale simbolo della memoria della Grande Guerra per reduci e familiari dei caduti, sia italiani che austro-ungarici, accolti nel vicino cimitero militare austro-ungarico di Polazzo.

Da Polazzo ci si sposterà al cimitero civile di Brazzano che ospita i resti del cimitero militare in cui, dopo Caporetto, gli austriaci seppellirono i loro morti assieme alle salme dei prigionieri russi, italiani e di altre nazionalità, contraddistinto dal motto Freund und Feind / Im Tode vereint (Amico e nemico uniti nella morte).

Ultima tappa il Cimitero militare di Oslavia, imponente sistema di tre torri di pietra in cui sono raccolte le salme di oltre 57.000 soldati italiani e 539 caduti austro-ungarici. L’itinerario riporterà i partecipanti a Redipuglia verso le 13, attraverso la Statale 55 del Vallone, trasformato, nel corso del conflitto, dai due eserciti, in un enorme cimitero transnazionale di cui ancora si percepiscono i segni sul territorio.

Per informazioni e prenotazioni (costo del biglietto 5 euro) ci si può rivolgere all’Info Point Carso2014+ della Provincia al Tiare Shopping di Villesse (tel. 0481.91697) oppure allo IAT di Redipuglia (tel. 0481.489139).

Le escursioni sul tema Grande Guerra continueranno poi fino a dicembre, con questo calendario: 29 novembre, 5 e 13 dicembre.

Tag:, , , ,

Cerca

Articoli recenti


Meta

Archivio Articoli

Utilità e rubriche

 

Tag