Friulweb

L.A. 104 Maneggio - Aonedis FVG Sport Magazine L.A. 104 Maneggio - Aonedis

Dall’isolamento nasce il genio matematico

dicembre 6th, 2016  |  Published in Scienza

genio-matematicoMolti sapranno che il Giappone, dall’inizio del 17° secolo a metà del 19° si è forzatamente isolato dal resto del mondo. Quello che però non molti sanno è che in quel periodo di tempo, nonostante o forse grazie a questo, il Paese del Sol Levante ha sviluppato una matematica tutta sua, con aspetti peculiari ma anche analogie sorprendenti con quanto accadeva nel resto del mondo. Don Zagier, professore all’Istituto Max Planck di Bonn e del Centro Internazionale di Fisica Teorica (ICTP) di Trieste, il 6 dicembre 2016 alle 16 terrà il secondo intervento previsto dal ciclo di seminari di Storia della Scienza organizzato dal Laboratorio Interdisciplinare (ILAS) della SISSA. Il seminario dal titolo Mathematics in another world: the emergence of an independent Japanese mathematic è pubblico, gratuito e si terrà in inglese.

Quasi due secoli e mezzo di isolamento possono, nonostante tutto, produrre risultati straordinari. È il caso del Giappone che a partire dall’inizio del 1600 fino al 1854 anno in cui fu forzato ad aprire i suoi confini, si è richiuso al mondo, lasciando entrare solo qualche rara nave olandese (una all’anno) e impedendo ai proprio cittadini di uscire dai confini del Paese, sotto la minaccia della pena capitale per chi avesse infranto l’embargo. Nonostante queste condizioni avverse – verrebbe istintivamente da pensare che in un tale isolamento la vita culturale e scientifica del Paese non potesse prosperare – proprio in questo periodo il Giappone sviluppò una sua di matematica “indigena”, nota con il nome di Wasan. In particolare due grandi matematici giapponesi, Seki e il suo studente Takebe, fecero molte delle stesse scoperte fatte in occidente da Bernouilli, Leibniz, Eulero e altri, ma in una forma quasi irriconoscibile.

Di questo affascinante argomento parlerà Don Zagier, in un seminario pubblico e gratuito che si terrà alla SISSA il 6 dicembre. Zagier è un matematico statunitense (anche se nato in Germania) che lavora nel campo della teoria dei numeri ed è uno dei direttori dell’Istituto Max Planck di Matematica di Bonn, oltre che un Distinguished Staff Associate dell’ICTP. Zagier è stato un vero talento precoce, basti pensare che ha studiato al MIT di Boston quando aveva solo 14 anni ed è diventato professore a soli 24 anni. Fra le altre cose è stato anche professore al College de France di Parigi.

Tutti gli eventi del ciclo di Storia della Scienza organizzati dal Laboratorio Interdisciplinare della SISSA sono gratuiti e aperti al pubblico e non richiedono prenotazione. Durante il ciclo, fino a maggio 2017, si terrà un seminario al mese, con esperti italiani e internazionali.

Per maggiori informazioni consultate la pagina https://www.sissa.it/news/seminars-history-science-sissa oppure scrivete a ilas@sissa.it o chiamate lo 0403787549, 401.

Tag:

Rispondi

Cerca

Seguici su

Articoli recenti

Immagini dal Friuli

Immagine casuale


Seguici su

Facebooktwitterrssinstagram

Meta

Archivio Articoli

Utilità e rubriche

Segui la nostra pagina

Tag


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: