Friulweb

L.A. 104 Maneggio - Aonedis FVG Sport Magazine L.A. 104 Maneggio - Aonedis

Giornata Nazionale delle Ferrovie Non Dimenticate

marzo 30th, 2017  |  Published in Società

Da venerdì 31 marzo a domenica 2 aprile La Ferrovia Pedemontana del Friuli sarà protagonista della “X° Giornata Nazionale delle Ferrovie non dimenticate”.

L’idea lanciata da Andrea Palese, storico leader dei Comitati Pendolari Alto Friuli, è stata raccolta da Massimo Bottini, Presidente della Conferenza della Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.), organizzatrice dell’evento nazionale. Il Friuli ospiterà così per la prima volta la manifestazione di chiusura del mese nazionale della “Mobilità Dolce”.

Ricco il programma d’eventi che si svolgeranno lungo l’intera tratta della ferrovia, da Gemona a Sacile, organizzati da Comitato Pendolari Alto Friuli, Legambiente, Italia Nostra, Fiab, Asd Ciampore e dagli Istituti Scolastici d’Istruzione Secondaria di Sacile e Brugnera ed E. Torricelli di Maniago

La “X° Giornata Nazionale delle Ferrovie non Dimenticate. Gemona-Sacile: una ferrovia proiettata nel futuro” è patrocinata dalla Regione FVG, Fondazione Fs, Trenitalia e RFI e dai Comuni di Gemona del Friuli, Forgaria, Cavasso Nuovo ed Aviano che hanno garantito la loro collaborazione.

Venerdì 31 marzo alle ore 18.15 nella prestigiosa sala di Palazzo Boton a Gemona si svolgerà il Convegno di apertura della tre giorni, intitolato “Gemona-Sacile: una ferrovia proiettata nel futuro” al quale parteciperanno illustri ospiti tra cui Massimo Bottini (Presidente della Conferenza della Mobilità Dolce), Alessandra Bonfanti (Responsabile Nazionale Legambiente), Marco Girolami (Touring Club Italiano).

Sabato 1 aprile alle ore 13.00 sarà il gran giorno del debutto del Cicolotreno, progettato e costruito dagli studenti dell’Ipsia Della Valentina di Sacile, che sabato nell’assoluto riserbo e lontano dai riflettori ha svolto alcune prove tecniche sui binari della ferrovia.

Grazie ai tecnici di RFI, che nei giorni scorsi hanno messo in sicurezza un tratto di binario dedicato presso la Stazione di Sacile San Liberale, gli studenti-ingegneri, con la supervisione del prof. Roberto Zamparini, del Dirigente Scolastico, dott. Alessandro Basso e del coordinatore dell’organizzazione, Andrea Palese, hanno testato il prototipo IDV17, svolgendo tutte le verifiche tecniche necessarie.

Il test ha permesso di “prendere le misure” e di assumere gli ultimi accorgimenti tecnici prima del gran debutto previsto per sabato 1 aprile 2017. Il ciclotreno sarà senza dubbio il protagonista indiscusso della “X° Giornata Nazionale delle Ferrovie Non Dimenticate”, che quest’anno dedicherà un intero fine settimana alla Ferrovia Gemona-Sacile (dal 31 marzo al 2 aprile).

Il progetto: si tratta di un veicolo a pedali delle dimensioni di 3,10 metri di lunghezza per 1,70 di larghezza, che permette di trasportare 4 piloti; il prototipo è costruito in struttura leggera di alluminio e ferro, dotato di freni a disco e di un sistema gps. Il prototipo ha le dimensioni di un’utilitaria, con quattro posti, ognuno dotato di pedali.

Si tratta di un evento unico a livello nazionale, che è stato possibile organizzare grazie alla disponibilità e collaborazione di RFI e in particolare del Direttore, ing. Giuseppe Albanese. Per garantire la massima sicurezza dei ragazzi che piloteranno il ciclotreno nonché per rispettare le vigenti normative ferroviarie, i tecnici di RFI metteranno a disposizione tre tratti dedicati di ferrovia, lungo i quali si potrà testare il prototipo IDV17.

Per Andrea Palese (Comitato Pendolari Alto Friuli), promotore della tre giorni di eventi, “si tratta di un successo per il territorio. Il Friuli ospiterà per la prima volta la “Giornata Nazionale delle Ferrovie Non dimenticate”, che chiuderà il mese della “Mobilità Dolce”, ospitando tra l’atro importanti esponenti tra cui Massimo Bottini (Presidente Nazionale di Co.Mo.Do.), Giulietta Pagliaccio (Presidente Nazionale Fiab), Alessandra Bonfanti (Responsabile Nazionale Legambiente Mobilità Dolce), Marco Girolami (Touring Club Italiano) e Anna Donati (Presidente onorario di Co.Mo.Do, già componente del Cda di FS). Avremo i riflettori puntati e sarà un’occasione per mettere in vetrina le nostre eccellenze. Lo scopo non è solo quello di rivedere il treno correre sui binari, ma la realizzazione di un vero progetto economico di area vasta, sfruttando la ferrovia sotto il profilo turistico. Il fatto che sarà il ciclotreno degli studenti il primo mezzo che tornerà a percorrere i binari della Gemona-Sacile, è di auspico per la rinascita della Pedemontana, i cui binari sono recentemente tornati sgombri dalle erbacce e dagli arbusti grazie agli interventi posti in essere da RFI.

L’appuntamento è fissato per sabato 1 aprile alla stazione di Aviano quando gli studenti testeranno questo straordinario mezzo su alcuni tratti dedicati della Pedemontana.
Ore 08.30 ritrovo scolaresche presso le stazioni di Maniago e Sacile S. Liberale.
Ore 09.00 partenza dei ciclotreni e inizio delle attività didattiche
In partenza il ciclotreno percorrerà un tratto di binario dedicato e messo in sicurezza dai tecnici di RFI, per poi essere caricato su un furgone e trasportato ad Aviano mentre gli studenti (una quarantina) in bicicletta inizieranno una serie di attività didattiche che si svolgeranno in varie tappe, dove i tecnici di RFI illustreranno agli studenti alcuni aspetti legati al mondo della ferrovia.

La 1° tappa al passaggio a livello di Vigonovo con la lezione su “La manutenzione delle ferrovie”; la 2° tappa a Polcenigo dove si terrà la lezione su “Il paesaggio” in senso civilistico in riferimento all’articolo 9 della Costituzione Italiana; la 3° tappa alla stazione di Santa Lucia di Budoia dedicata a “la musica e la poesia sulla ferrovia”; la 4° tappa al Castello di Aviano dedicata a “L’architettura e la storia della ferrovia Pedemontana” ed arrivo poi in stazione ad Aviano, dove ad attenderli ci saranno i Sindaci e le Autorità.
Ore 13.00 arrivo dei ciclotreni alla stazione di Aviano, dove sono previsti i discorsi ufficiali delle Autorità. Seguirà un incontro conviviale a cura del Comune di Aviano, della Pro loco Aviano e dell’Asd Atletica Aviano.

La tre giorni si chiuderà domenica 2 aprile con la “Pedaliamo la FVG3”
Una escursione sulla Ciclovia Pedemontana FVG3 lungo la linea Sacile-Gemona organizzata dalle associazioni FIAB del Friuli Venezia Giulia e dal Comitato Pendolari Alto Friuli, col contributo del Comune di Cavasso Nuovo, Trenitalia, Atap e delle Associazioni di Cavasso Nuovo.

Il programma prevede la suddivisione dei partecipanti provenienti da tutta la regione e dal vicino Veneto in quattro gruppi di ciclisti, che partiranno rispettivamente da Gemona del Friuli, Udine, Sacile ed Aviano per raggiungere Cavasso Nuovo, dove si incontreranno alle ore 12.30 per prendere parte all’evento centrale della giornata. Sarà l’evento che chiuderà la tre giorni della “X° Giornata nazionale delle ferrovie Non dimenticate”.

“Abbiamo fortemente voluto organizzare questo evento a Cavasso Nuovo, luogo simbolico della Pedemontana. Da qui nel 2012 è partita la richiesta di rilancio e riattivazione della linea e da qui  – dopo l’intervenuto accordo tra Regione Fvg e Gruppo FS per la riattivazione delle linea partiamo per chiedere alle Istituzioni la realizzazione di un vero progetto turistico a supporto della ferrovia. E’ tempo di passare dagli studi di fattibilità ai progetti sul campo, investendo specifiche risorse su progetti mirati, come il potenziamento della Ciclabile FVG3. Non possiamo permetterci di arrivare tardi all’appuntamento del 2018, quando il treno tornerà a viaggiare sui binari e verrà attivato il servizio turistico su tutta la tratta”.

Programma:
ore 9.00 ritrovo dei gruppi e partenza dalle stazioni di Gemona del Friuli, Aviano, Sacile e Udine.
I ciclisti giungeranno ai luoghi di partenza utilizzando i treni speciali che Trenitalia e la Regione metterà a disposizione gratuitamente. Il treno speciale TS/Gemona è già esaurito.
Ore 12.30 arrivo dei ciclisti alla stazione di Fanna/Cavasso
Ore 13.00 Convegno “Ciclovlia Pedemontana FVG3: opportunità di sviluppo alla luce della riattivazione della Ferrovia Gemona-Sacile”
Relatori: Emanuele Zanon (Sindaco di Cavasso Nuovo), Andrea Palese (Comitato Pendolari Alto Friuli), Antonio Dalla Venezia (Responsabile Nazionale Fiab), Luana Casonato (Presidente Aruotalibera Fiab Pordenone), Federico Zadnich (Coordinatore Regionale Fiab), Mariagrazia Santoro (Assessore alla Mobilità Regione Fvg)
Ore 14.00 Pranzo presso area Bici Grill di Cavasso Nuovo
ore 14.00 Aperitivo a cura del Comune di Cavasso Nuovo a seguire: pranzo presso il Bicigrill ore 15.00 Partenza per il rientro. Sarà disponibile (previa prenotazione entro lunedì 27 marzo e fino ad esaurimento posti) un pullman con carrello bici, con questi orari: – ore 17.00 partenza per Casarsa, da dove partirà il treno speciale Trenitalia n. 33582/83 per Udine e Trieste, orari: Casarsa (18.15), Udine (18.44), Cormons (19.01), Gorizia (19.11), Sagrado (19.24), Monfalcone (19.34), Trieste (19.55)

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Cerca

Seguici su

Articoli recenti

Immagini dal Friuli

Immagine casuale


Seguici su

Facebooktwitterrssinstagram

Meta

Archivi

Utilità e rubriche

Tag


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: