Friulweb

L.A. 104 Maneggio - Aonedis FVG Sport Magazine L.A. 104 Maneggio - Aonedis

Udinese 0- Napoli 1: all’Udinese gli appunti, al Napoli i punti.

novembre 27th, 2017  |  Published in Eventi, Sport

Udinese: Scuffet, Widmer, Danilo,Angella,Samir, Adnan, Fofana, Balic,Barak, De Paul, Perica;sostituzioni:Borsellini, Matos,Bajic, Ingelsson, Jankto, Lasagna, Nuytinck, Stryger, Lopez, Pontisso, Bochiniewicz, Pezzella. Allenatore: Massimo Oddo

Napoli: Reina, Maggio, Chiriches, Koulibaly, Hysaj, Allan, Jorginho, Hamisik, Callejon, Mertens, Insigne; a disposizione: Rafael, Sepe, Rui, Scarf, Giaccherini, Do Nascimiento, Maksimovic, Zielinski, Rog, Albiol, Ounas, Diawara. Allenatore: Maurizio Sarri

Arbitra: Di Bello (sez. Brindisi)

Gli highlights:

L’inverno gelido non fa in tempo a presentarsi, che Udine corre ai ripari infuocando i cuori dei friulani con il ‘Partidazo’ che vede in scena al Friuli, i bianconeri di casa affrontare i primi in classifica, il Napoli- meraviglia di Maurizio Sarri.

È anche la partita d’esordio per il nuovo tecnico bianconero, Massimo Oddo, succeduto al friulano Delneri. L’entusiasmo è quello delle grandi sfide, e si sente dalle voci che riempiono uno stadio già sold out. Lo scontro è duplice: in campo e sugli spalti, con lo stadio per metà bianconero e per l’altra metà ‘scugnizzo’, ed i tifosi che a gran voce esibiscono un’ ampia gamma di cori a sostegno dei propri beniamini.

Di seguito, riportiamo una breve sintesi dei momenti salienti della gara:

2’ Barak porta palla dal lato sinistro e crossa al centro per servire Perica. Dopo il rinvio della difesa napoletana, il pallone arriva a Fofanà che tenta il colpaccio con un tiro dalla lunga distanza. Di poco a lato.

Al 15’ ancora punteggio sullo 0-0: stiamo assistendo a una partita ruvida, con una costante lotta a centrocampo. Poche le azioni da gol, ma l’Udinese comunque si dimostra propositiva e con un positivo slancio verso la porta difesa da Reina.

Al 17’ De Paul liberissimo e appena fuori area, si lascia intimorire e tenta un tiro a giro da fuori. Peccato non abbia continuato la corsa!

Al 21’ il Napoli conquista una punizione dalla trequarti. Ammonito Danilo. Va Mertens, ma calcia contro la barriera.

Al 24’ Bellissima serie di triangolazioni per l’Udinese: la palla raggiunge sull’estremo di sinistra De Paul che è abilissimo a liberarsi del difensore ma poi sbaglia tutto nel cross. Serie di corner concessa all’Udinese che non si concretizza.

Al 26’ ammonito Insigne per cintura da wrestling su De Paul. Oggi è difficile contenere l’argentino.

Udinese a testa alta finora, lotta dura su tutti i fronti del campo e buon movimento del reparto offensivo. Che si veda già la mano di Oddo? Sicuramente il cambio di tecnico ha avuto un riscontro positivo, quantomeno sul morale dei giocatori bianconeri.

Al 30’ Angella stende Maggio ! Calcio di rigore concesso al Napoli! Va Jorginho … Scuffet para ! Ma attenzione, incredibilmente non trattiene ! Ed è lo stesso Jorginho a bucare la rete! 1-0 Napoli e metà Stadio Friuli si alza !

Dal 31’ al 43’ Il Napoli prende coraggio ed inizia a pungere la difesa friulana. Udine ancora compatto chiude bene il trio Insigne, Mertens e Hamsik. In avanti dei nostri si fanno vedere i soliti De Paul e Perica, che cercano di uscire dall’isolamento cronico al quale il resto degli 11 udinesi li condanna.

Al 45’ è concesso 1’ di recupero. Ammonito Perica.

Fine del primo tempo.

Il commento:

In questa prima frazione abbiamo notato, come già menzionato, un miglioramento nell’atteggiamento della squadra, nel porsi in campo con coraggio. Alcuni movimenti degni di questo nome e triangolazioni si sono viste, merito delle prime ore di allenamento con il nuovo mister. Nonostante ciò, a nostro parere, la squadra risulta troppo sbilanciata a destra, con le azioni che non si producono dal lato sinistro, duole dirlo, per la presenza di Adnan, iracheno tutto corsa ma con piedi poco fini. Se la difesa è compatta, il centrocampo è indebolito da Balic, non ancora in grado di prendersi il gioco sulle spalle e da Fofanà costretto a ripiegare per metterci una pezza, con Barak più arretrato davanti alla difesa. De Paul, in stile falso nueve, supporta come può un isolatissimo Perica, unica punta di un’attacco molto frammentario. Il croato è stato preferito a Lopez, e ha premiato la fiducia del tecnico dimostrando di essere in partita e di conquistarsi ogni pallone con la classica grinta che lo contraddistingue.

Si ricomincia!

Al 54’ slancio di De Paul che mette un superbo filtrante per Perica. Il croato salta l’uomo ma non riesce a concludere come vorrebbe! Che occasione!

Al 59’ fuori Perica, entra Lasagna. Applauso meritato per Stipe, autore di una partita di sacrificio.

Il Napoli, pur essendo avanti di un gol, non dimostra il vantaggio nella qualità del gioco: la squadra di Sarri è chiusa bene dalla gabbia-Udinese, che blocca sul nascere le galoppate di Insigne e gli spunti di Mertens. Callejon, invisibile, ad ora. Udinese che, possiamo dire, per il sacrificio e gli spunti, merita almeno un gol, che pareggi i conti.

Al 64’ Adnan viene ammonito a seguito di un brutto fallo e dopo aver mandato ‘a quel paese’ il direttore di gara. Partita da dimenticare per lui.

Adnan cerca di fare tutto da solo e si spinge fino ai pressi di Reina, ma Chichires lo ferma. Dal nervosismo Adnan si strappa la maglietta. L’iracheno si dirige verso la panchina di Oddo, e, coperto dai fischi, si rimette una nuova divisa.

Al 67’ altro spunto di Lasagna, che, con un tiro di collo impegna ma non preoccupa Pepe Reina.

Al 70’ entra Diawara, esce Jorginho, autore del gol.

Al 71’ giallo anche per De Paul dopo una palese trattenuta su Insigne.

Al 73’ecco Callejon che spedisce la palla tra le braccia di Perica.

Sostituzione Udinese: esce Fofanà entra Jankto. Finalmente!

Al 76’ Barak ci prova dalla lunga distanza.

Esce Insigne entra Zielinski, giocatore che un tempo era di proprietà dell’Udinese.

Al 80’ esce Angella ed entra Bajic, un altro attacante. Il Napoli fa entrare Rog al posto di Hamsik.

Al 89’ bel pallone per Lasagna che sbaglia l’aggancio. Nulla di fatto.

Al 90’ sono concessi 3’ di recupero.

Triplice fischio. Il Napoli vince per 1-0.

Commento finale:

Peccato. Il Napoli oggi non era il Napoli da primato in classifica. L’Udinese aveva fatto tutto bene, secondo i suoi mezzi, certo, ma è stata punita da una leggerezza, di Angella che con un entrata fallosa ha provocato il rigore e del portiere, lcon la solita Scuffettata incapacità di tenere fra le braccia la sfera. La squadra ha mostrato cuore, combattendo fino all’ultimo secondo.

Micol Sartori

Tag:, ,

Rispondi

Cerca

Seguici su

Articoli recenti


Seguici su

Facebooktwitterrssinstagram

Meta

Archivio Articoli

Utilità e rubriche

Segui la nostra pagina

Tag


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: